Primo decesso del 2014

27.01.2014 Diario Apistico

La settimana apistica inizia martedì, per il trasloco completato il giorno prima, con lavoretti leggeri perché ancora stressato dal weekend movimentato. In mattinata ho continuato a lavorare sui fondi e appena uscito un po’ di sole ne ho approfittato per rilassarmi e aprire una delle arnie con più Varroa.

Telaino di plasticaL’idea era quella di iniziare subito la conversione a celle piccole per evitare di perderla ed utilizzare uno degli ultimi cinque telaini di plastica ancora in magazzino . Appena aperto però una brutta sorpresa, la covata era irregolare e le larve erano morte probabilmente per un colpo di freddo. I telaini presentavano i classici sintomi della covata calcificata con covata irregolare, api morte e ammuffite nelle cellette e larve morte con la parte bassa color marrone. Dopo aver consultato il Contessi, ho capito che l’unica cosa che potevo fare era inserire un cassettino di compensato per aiutare la colonia a tenere alta la temperatura, una copertina isolante nel coprifavo e aspettare la primavera per sostituire la regina.

Mercoledì visita di routine negli apiari, dopo aver lavorato in mattinata sui fondi e sui coprifavi. Approfittando della bellissima giornata ho controllato esternamente tutte le colonie e sostituito il candito a nove colonie che lo avevano finito.

Primo decesso del 2014Nell’ultimo apiario, dove ho confinato gli sciami frutto dell’asportazione della covata ad inizio settembre, la spiacevole sorpresa: il primo decesso per Varroa della stagione 2014. Inizialmente me ne sono accorto perché ho trovato una quantità spropositata di residui d’opercolo sul cassettino e la conferma l’ho avuta aprendo l’arnia. Pochissime api morte, niente regina e scorte saccheggiate. Non nutrivo molte speranze sulla colonia anche perché era su celle classiche.

Nel pomeriggio di nuovo in officina per tagliare i coprifavi.

Giovedì e Venerdì sono stati due giorni passati in casa a sistemare il sito internet ed acquistare gli accessori ormai diventati indispensabili per il completamento delle arnie. In particolare ho usato questi due giorni per farmi fare offerte dai fornitori, intavolare una trattativa e cercare di inviare un ordine prima della fine della settimana e avere il materiale nella prossima . Ma niente da fare, ordini rinviati all’inizio della prossima settimana, e se considerate i tempi del bonifico e della spedizione se ne vanno altri 15 giorni.

Sabato e arrivato il freddo e dopo tanto tempo ho risentito il rumore del mare in burrasca. Appena dopo aver fatto il filmato mi sono chiusa nella mia officina, che per fortuna oltre a essere spaziosa è anche riscaldata, e mi sono messo a fare i tagli per le scatole dei coperchi.

La cosa che veramente mi affascina di questo nuovo lavoro è che qualsia difficoltà incontro prima o poi parlo con qualcuno che mi aiuta a risolverlo. Ricordate il fabbro della scorsa settimana o l’apicoltore di Teramo? Tutti avevano da darmi un consiglio o una soluzione alle mie difficoltà e per questo ogni volta che incontro qualcuno cerco di capire quale informazione mi sta portando.

E per restare in tema sabato pomeriggio suono a casa di mio fratello e mi apre un signore che non conoscevo; era l’installatore dell’impianto di sicurezza. Forse sapete che voglio informatizzare l’apiario ed inserire un sistema di sicurezza e molto probabilmente non sapete che voglio realizzare uno stereoscopio usando una webcam e delle lenti con attacco M12 che usano nei sistemi di videosorveglianza. Mi fermo qui e non vado oltre.

Lavorazione lamieraDomenica è stata una giornata interamente dedicata alla realizzazione dei coperchi in lamiera. Sono riuscito a farne 50 e sulla nostra pagina Facebook trovate le alte foto sull’intero ciclo di lavorazione.

Non dimenticatevi di cliccare su “Mi piace”.

 

Continuate a seguirci come avete fatto fino ad ora.

2 pensieri su “27.01.2014 Diario Apistico

  1. Ciao Ruggero, sono rimasto affascinato dal tuo racconto…mi sono ritrovato nelle stesse sensazioni e nella voglia di fare come te. Tra l’altro ho iniziato l’apicoltura come te nel 2012, ho fatto diversi corsi adesso e sto cercando di fare questo salto..dalla MultiNazionale..Sei fonte d’ispirazione

    1. Ciao Paolo,

      mi rendo conto di essere fonte d’ispirazione e avvolte con incoscienza faccio apparire semplice qualcosa che in pratica non lo è affatto.

      Supplico ognuno di voi a non fare passi azzardati e di dare forza ai vostri desideri con pensieri felici e positivi. Chiedete e abbiate la pazienza di aspettare che gli eventi volgano a vostro favore, e se qualcosa non va come avete immaginato non scoraggiatevi, voleva dire che andava immaginato diversamente.

      Ho fatto una ricerca in rete e ti ho beccato con le dita nel miele :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>